La mia carta

Vicino

Oli essenziali e odore

Scritto da Hannah Parry

• 

Posted on % B% d% Y

Gli olii essenziali sono strettamente correlati al senso dell'olfatto, al punto che l'aromaterapia è una forma di terapia riconosciuta, poiché agisce sul nostro senso dell'olfatto e attraverso l'assorbimento nel flusso sanguigno.

La volatilità delle essenze

La volatilità è la velocità con cui le essenze evaporano una volta esposte all'aria.   Le essenze hanno diversi tassi di evaporazione.   Alcuni sono molto leggeri e volatili (ad esempio,   eucalipto   e   arancia   ), altri sono più pesanti e più lenti (   patchouli   e   sandalo   ).   Gli esperti di composizione del profumo hanno stabilito una classificazione delle essenze in base al tasso di dispersione nell'aria.   Questa scala di evaporazione comprende tre classi: classe superiore, formata da oli più leggeri, cioè evaporano più velocemente (indice più alto);   classe media (indice medio) e classe inferiore, costituita da essenze che evaporano più lentamente (indice di base).

Gli aromi della classe superiore sono quelli più apprezzati quando si sente l'odore di un profumo, mentre quelli della classe inferiore sono usati come fissativi, per conservare il più volatile e far durare più a lungo il profumo.

Quando si applica questa conoscenza all'aromaterapia, è stato osservato che esiste una relazione tra il tasso di evaporazione e l'effetto che le essenze hanno sulla mente e sul corpo: le essenze superiori, che evaporano rapidamente, agiscono sempre più velocemente. generale stimola la mente (ad esempio,   rosmarino   o   saggio   );   d'altra parte, gli olii inferiori, che si volatilizzano più lentamente, sono essenzialmente sedativi e rilassanti.   La maggior parte dei legni e delle resine fanno parte di quest'ultimo gruppo e sono molto efficaci negli stati cronici.
Gli oli a indice medio, che hanno un tasso di evaporazione intermedio, sono principalmente correlati alle funzioni di diversi organi e metabolismo (   lavanda   , menta   ,   cardamomo   ,   Pepe   ,   basilico   e   issopo   ).

Le essenze e l'olfatto

Le essenze entrano in relazione con l'uomo attraverso due modi peculiari, che le distingue specificamente dal resto delle sostanze curative dal mondo vegetale.   È il sistema olfattivo e la pelle.
Attraverso questi due percorsi, le essenze penetrano nel corpo e influenzano sia la mente che il corpo.
Si ritiene che attraverso l'olfatto esercitino la loro azione principalmente grazie al sistema nervoso e quindi abbiano un'azione sulla mente, su funzioni psichiche come la memoria, sulla capacità di apprendere e sul sistema neurovegetativo.   Tutto ciò si traduce in un'influenza sulle funzioni psicosomatiche tra stati mentali e salute degli organi.   Invece, sembra che attraverso la pelle esercitino principalmente un'azione sulle cellule e sui tessuti.   Ma questo sarà discusso in un altro articolo.

Gli olii essenziali utilizzano l'attività sensoriale dell'olfatto come via di accesso.   La sostanza aromatica si scioglie nell'atmosfera che ci circonda attraverso un processo di espansione che viene ricevuto dalla persona con un gesto di interiorizzazione e ricordo, in modo che le qualità sottili della sostanza vengano trasmesse a coloro che le percepiscono.   La percezione olfattiva è qualcosa di estremamente sottile ed è strettamente correlata agli stati psichici.   L'azione dell'olio essenziale può essere intesa, in questo caso, come una vibrazione energetica che agisce oltre il piano fisico.

È interessante notare che il progressivo aumento dell'inquinamento ambientale ha portato a una diminuzione delle capacità olfattive e, quindi, alla capacità di riconoscere gli odori (anosmia).   Con l'aumento degli stimoli visivi e acustici (inquinamento acustico e televisivo), l'uomo sta perdendo la capacità di percepire gli stimoli sensoriali, mentre i suoi sensi diventano più duri e sempre meno sottili.

L'aromaterapia, poiché richiede l'olfatto, così vecchio e raffinato, può essere una buona opportunità per superare il materialismo e riconciliarsi con il terreno spirituale.   Per percepire gli odori, è necessario che l'aria inalata contenuta nelle molecole volatili - la parte più materiale, l'essenza di una cosa - raggiunga la parte superiore delle narici dove si trovano le fibre nervose dei neuroni olfattivi.   Queste cellule nervose, una volta raggiunte dalle molecole odorose, trasformano l'energia chimica in impulsi elettrici che stimolano i centri olfattivi dei bulbi - situati nel cervello, nella parte anteriore, approssimativamente a livello degli occhi.   Quindi, il messaggio olfattivo viaggia verso altre regioni del cervello, dove vengono elaborati i dati acquisiti e si verificano reazioni emotive.

A differenza del resto dei sensi, gli stimoli olfattivi sono gli unici che raggiungono direttamente la corteccia cerebrale, senza passare attraverso il filtro del talamo (centro ricevente) per sottoporsi a un'analisi preliminare.   Questo spiega perché un odore o un profumo può evocare all'istante ricordi estremamente vividi di esperienze che possono essere molto distanti.   Più che un ricordo, in questo caso si tratta di rivivere praticamente un'esperienza passata, che riappare manifestamente, salvando le distanze spazio-temporali, con la stessa intensità affettiva di allora, anche se in apparenza è un'esperienza dimenticata e sepolta nel passato.

Il ricordo innescato da un odore è molto più intenso di quello evocato da un'immagine o da un suono.   La percezione di un odore contiene in sé tutta l'energia di una realtà esistenziale.   Nell'agopuntura cinese, il naso è attraversato sulla sua superficie dal principale canale energetico della vita mentale ed emotiva.   Per la medicina ayurvedica indù, è la porta del cervello e della coscienza ed è correlata, nella sua funzione sensoriale, all'azione dell'escrezione intestinale e all'ano.   Pertanto, secondo questa filosofia medica, una persona che soffre di costipazione e colon impuro avrà un senso dell'olfatto.   Per purificare i canali energetici del naso, consigliano il massaggio con olio e lavano con acqua e sale dalle narici.

Per affinare l'odore è utile annusare il basilico, se possibile sotto forma di pianta o di essenza.   Su scala evolutiva, l'apparato olfattivo rappresenta l'organo sensoriale più antico.   In molte specie animali è di fondamentale importanza nella ricerca di cibo e nell'accoppiamento.

Nell'uomo esiste ancora una stretta relazione tra stimoli olfattivi e sessualità: un profumo o l'odore emesso da un corpo può indurre attrazione o repulsione.   È stato dimostrato che gli odori sono in grado di modulare la risposta ormonale.   L'attrazione istintiva che viene percepita nei confronti di una certa persona sembra essere causata anche dai messaggi che attraversano il canale olfattivo, in particolare dai feromoni (sostanze secrete da alcune ghiandole sudoripare, presenti nelle specie animali, dove svolgono un'importante funzione sessuale Richiesta ).   Nell'uomo questo istinto rappresenta le vestigia del suo passato, ma la produzione di questi feromoni, anche se non è consciamente apprezzabile, continua a trasmettere inconsciamente messaggi decodificabili attraverso la nostra mente,

Gli aromi e i profumi fanno già parte della storia dell'uomo, che ha sfruttato la sua magia persuasiva ed evocativa, saltando dal sacro al profano, dai turiboli che bruciano davanti agli altari degli dei, che hanno aiutato l'anima a sollevarsi verso paradiso, fino alla ricerca di composizioni aromatiche per aumentare il fascino e l'attrazione sessuale.
Possiamo quindi affermare che l'odore è correlato allo stesso tempo ai corpi fisico e spirituale.   L'odore è a sua volta collegato all'istinto e all'inconscio, è in una dimensione sottile dell'esistenza.   Ha il potere di evocare il passato, allo stesso modo in cui può risvegliare profonde energie creative e riportare il contatto con le forze che animano l'immaginazione.   Seguendo questa "scia profumata", i profumi delle essenze traboccano di un potere intrinseco e di valori simbolici ed energetici, che possono aiutare l'uomo a ritrovarsi e aprirsi a nuove possibilità espressive.

Language
English
Open drop down